Social media e scritture

Il panel

“Trivella tua sorella”, “Ama il tuo prossimo come te stesso, basta che sia figo e dell’altro sesso”

Perché azioni disruptive di marketing devono saper mantenere una linea coerente di rispetto delle idee e delle persone.

Sui social siamo ciò che scriviamo: la nostra persona online si costruisce tramite le parole. Poiché tendiamo a ricreare le dinamiche comunicative della vita reale online, cosa succede quando il circolo virtuoso della comunicazione si interrompe e cediamo all’odio – o ne diventiamo bersagli? Esistono, ad esempio, parole esclusivamente ostili, o il loro valore dipende sempre dal contesto? Aumentando la coscienza degli utenti del loro ruolo attivo nel contribuire al mantenimento di una sorta di ecologia della comunicazione, e sottolineando l’importanza di un’attenzione costante per gli altri, forse è possibile contrastare i fenomeni di odio; non tanto quelli espliciti e quindi neutralizzabili, ma soprattutto quelli subdoli, che magari sfuggono a filtri e censure ma non fanno per questo meno male. La responsabilità è condivisa; non serve invocare la censura a priori ma pensare a strategie di sensibilizzazione e crescita, o forse maturazione, degli utenti.

Riservato ai giornalisti – Il panel, in abbinato con “Giornalismo e mass media”, permette di guadagnare 4 crediti formativi.

Per approfondire:

Le parole per ferire (Tullio de Mauro su Internazionale)
Sui cambiamenti di Facebook e la resilienza
Quando l’odio corre online, un decalogo per i media (dall’Internet festival di Pisa)
Come migliorare l’ambiente digitale (Valigia blu)
Google bannerà chi diffonde notizie fake (Mashable)
Come i troll influenzano la rete (The Time, articolo in inglese)
Su Twitter si silenziano i molesti (Il Post)

Coordinatrice:

Vera Gheno

Sociolinguista, docente presso Università di Firenze e Stranieri di Siena, gestrice del profilo Twitter dell’Accademia della Crusca

Lorenza Alessandri
Professoressa di Lettere, attrice

Massimo Arcangeli
Linguista, critico letterario e scrittore

Franco Cesati
Fondatore e direttore di Franco Cesati Editore

Francesca Chiusaroli
Docente di linguistica all’Università di Macerata, autrice di “ScrittureBrevi.it”

Bruno Mastroianni
Docente in media relations presso la Pontificia Università della Santa Croce, giornalista

Annamaria Testa
Esperta di comunicazione, blogger, saggista

Carlo Toscan
Responsabile social media presso Camera dei Deputati

Pierdonato Vercellone
Presidente di Ferpi, Responsabile Comunicazione e CSR presso Sisal Group

ASSOCIAZIONE PAROLE OSTILI, Via Silvio Pellico 8/a - 34122 Trieste
C.F. 90153460325 @2016 - 2018 Spaziouau srl in collaborazione con Ensoul